Questo articolo è stato letto 411 volte

CITTADINANZA- CITTADINI STRANIERI - Cittadinanza italiana tramite Spid

Richiesta e SPID entro il 30 settembre 2021

Facciamo seguito alla Circolare del 12 maggio 2021 con la quale il Ministero dell’Interno illustrava le innovazioni e semplificazioni procedimentali più significative introdotte con il nuovo procedimento di concessione della cittadinanza italiana attraverso il nuovo sistema informativo CIVES.

In particolare, per le domande presentate dal 20 dicembre 2020, il termine massimo di conclusione dei procedimenti di concessione della cittadinanza italiana viene ridotto in ventiquattro mesi prorogabili fino ad un massimo di trentasei mesi (art. 4, c. 5 D.L. 21 ottobre 2020, convertito con modificazioni dalla legge 18 dicembre 2020, n. 173), mentre per quelle presentate prima della suddetta data il termine di definizione resta di quarantotto mesi.

Inoltre, in attuazione degli obblighi già previsti dal CAD (Codice dell’Amministrazione Digitale) e dal cd. decreto semplificazione n. 76/2020, le istanze di cittadinanza devono essere presentate esclusivamente tramite il Sistema Pubblico (SPID) ovvero l’identità digitale con cui è possibile accedere ai servizi on line della Pubblica Amministrazione. Il Ministero dell’Interno con la suddetta circolare precisa che “coloro che hanno già presentato istanza, ancora non definita con un provvedimento finale, sono tenuti, entro il 30 settembre 2021, ad associare la pratica pendente allo SPID con una semplice procedura attivabile nel sistema, acquisendo così le nuove credenziali che consentiranno di accedere al Portale dei servizi di cittadinanza..”

Ricordiamo inoltre che con nota del 28 giugno il Ministero dell’Interno ha annunciato che è stata completata la digitalizzazione della procedura per richiedere la cittadinanza italiana attraverso lo Spid, per cui l’istanza per la concessione della cittadinanza, per i residenti in Italia, si presenta telematicamente sul portale dedicato del Ministero dell’Interno, il che consente di evitare la successiva convocazione del richiedente negli uffici allo scopo di verificarne le generalità, rendendo la procedura più snella e veloce.
Con la stessa finalità, anche la fase successiva alla presentazione dell’istanza è snellita e tutta digitale: le comunicazioni con l’utente avvengono sulla piattaforma informatica Cives, attraverso la quale l’interessato può ricevere atti e documenti; inoltre, scaricando gratuitamente sul proprio smartphone l’app IO l’utente può avere informazioni sull’andamento della sua pratica di cittadinanza e interagire con gli uffici.

TI CONSIGLIAMO:

La cittadinanza italiana

La cittadinanza italiana

Renzo Calvigioni, Tiziana Piola, 2019, Maggioli Editore
L'opera contiene, per ogni argomento, una parte espositiva con l'attuale normativa in materia di cittadinanza italiana: principi generali ed attribuzione, acquisto, perdita, riacquisto, riconoscimento del possesso, con richiami alla giurisprudenza più recente e alla dottrina più...

50,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *