Questo articolo è stato letto 959 volte

ANAGRAFE - Le novità in materia di anagrafe previste nella legge di conversione del decreto “Cura Italia”

Qualche anticipazioni in attesa della pubblicazione in G.U.
bandiera italiana

Premessa

La conversione in legge del decreto 18/2020 (cosiddetto Cura Italia) ha apportato alcune modifiche al testo originario che avranno impatto anche sull’attività dell’ufficio anagrafe.
In ogni caso occorrerà attendere la pubblicazione in gazzetta ufficiale della legge di conversione per rendere operative le nuove disposizioni.

1. Proroga della scadenza delle carte d’identità

Le modifiche apportate dalla legge di conversione hanno previsto che la proroga della scadenza delle carte d’identità al 31 agosto 2020 è applicabile ai soli documenti scaduti dal 31 gennaio 2020.

L’articolo 104 del decreto Cura Italia come modificato dalla legge di conversione ha previsto che è prorogata la validità fino al 31 agosto 2020 delle carte d’identità scadute dal 31 gennaio 2020. In ogni caso la validità ai fini dell’espatrio resta limitata alla data di scadenza riportata sul documento.
La versione iniziale della norma, prima delle modifiche apportate in sede di conversione in legge, prevedeva invece la proroga fino al 31 agosto 2020 di tutti i documenti scaduti, indipendentemente dall’epoca dell’avvenuta scadenza. Tale lettura era stata anche confermata dal Ministero dell’interno con la circolare n. 5 del 26 marzo 2020.

>> CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO

CONSULTA LO SPECIALE COVID-19

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>