Questo articolo è stato letto 68 volte

CITTADINANZA - Valutazione della richiesta di concessione della cittadinanza italiana

Il requisito reddituale costituisce parametro di riferimento per la valutazione della richiesta di cittadinanza

Correttamente, l’Amministrazione può porre a base del diniego di riconoscimento della cittadinanza una appurata carenza del requisito reddituale in capo all’istante, atteso che la congruità dei redditi dell’aspirante deve essere tale da garantirne in ogni caso l’autosufficienza economica e che tale valutazione, nel silenzio della legge che disciplina le modalità di rilascio della cittadinanza italiana, deve essere effettuata avendo come parametro di riferimento l’ammontare prescritto per l’esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria dall’art. 3 del decreto legge n. 382 del 25 novembre 1989, convertito in legge 25 gennaio 1990, n. 8, confermato dall’art. 2, comma 15, della legge n. 549 del 28 dicembre 1995, fissato in € 8.263,31 annui, incrementato a € 11.362,05 annui in presenza di coniuge a carico e di ulteriori € 516,00 annui per ciascun figlio a carico, in quanto indicatore di un livello di adeguatezza reddituale che consente al richiedente di mantenere adeguatamente e continuativamente sé e la famiglia senza gravare (in negativo) sulla comunità nazionale.
Ciò costituisce un requisito minimo indefettibile, in assenza di particolari benemerenze che possano compensare l’insufficienza del reddito dichiarato, di talché l’insufficienza reddituale può costituire causa idonea “ex se” a giustificare il diniego di cittadinanza, anche nei confronti di un soggetto che risulti sotto ogni altro profilo bene integrato nella collettività, con una regolare situazione di vita familiare e di lavoro: situazione la cui persistenza, comunque, è assicurata dalla carta di soggiorno (cfr., tra le più recenti, T.A.R. Lazio, sez. II, 9 maggio 2012 n. 4189).

 T.A.R. Lazio, sez. II-quater, 7 luglio 2015, n. 9069

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>