CITTADINI STRANIERI - Rapporto Annuale sulle Comunicazioni Obbligatorie

Il sistema delle CO: un patrimonio di estremo valore, una nuova fonte per la statistica ufficiale

Il Rapporto Annuale sulle Comunicazioni Obbligatorie è la prima pubblicazione ufficiale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali contenente informazioni che derivano dal sistema informativo delle C.O. Le comunicazioni obbligatorie, infatti, sono costituite da una base dati contenente un insieme dettagliato di elementi conoscitivi sui movimenti di assunzione, trasformazione, proroga e cessazione dei rapporti di lavoro generati da molteplici soggetti datoriali attivi nel mercato.   

Il Rapporto rappresenta uno strumento informativo di estrema rilevanza in quanto contente di osservare – in un’ottica interpretativa diversa ma complementare a quella impiegata per i dati campionari – i flussi delle assunzioni, la loro composizione nel dettaglio, le cause dell’interruzione di un rapporto di lavoro, colti nell’istante stesso in cui essi si verificano.

Nel corso della presentazione del Rapporto, il Ministro Fornero ha sottolineato quanto la conoscenza dei dati sia essenziale per capire il funzionamento delle norme e,  in particolare, quanto una analisi per flussi – piuttosto che una conoscenza per stock – si riveli utile a registrare le dinamiche di tutto ciò che si muove sul mercato del lavoro. “La raccolta dati – ha aggiunto il Ministro – deve essere finalizzata a esigenze conoscitive in modo da condurre a un migliore disegno e monitoraggio delle norme. Ritengo sia molto importante che i dati siano a disposizione degli studiosi perché sono patrimonio collettivo. Questo crea una competitività buona perché da queste analisi si possano trovare soluzioni ai problemi.  Anche la riforma del mercato del  lavoro che è in fase di approvazione alla Camera,  quindi, dovrà essere  monitorata in modo serio e scientifico al fine di capire l’entità dei provvedimenti inseriti nel pacchetto.”

Comunicato stampa

Il testo Rapporto

fonte:www.lavoro.gow

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.