Questo articolo è stato letto 0 volte

CITTADINI STRANIERI - Immigrazione, aperta la procedura di affidamento del servizio di traduzione dell’Accordo d’integrazione

La richiesta d’invito a partecipare alla selezione da presentare entro il 6 giugno. Fissata al 31 agosto la data di consegna del testo tradotto in 19 lingue

Con provvedimento n. 4032 del 27 maggio scorso, il direttore centrale delle Politiche per l’immigrazione e l’asilo, quale Autorità responsabile del Fondo europeo per l’integrazione dei cittadini dei Paesi terzi 2007/2013, ha emanato un Avviso relativo alla ‘Procedura in economia, ai sensi dell’articolo 125 del decreto legislativo 163/06, per l’affidamento del servizio di traduzione asseverata dell’accordo di integrazione’, con il relativo Vademecum ed alcuni allegati di contenuto tecnico-giuridico.

La documentazione dovrà essere tradotta in 19 lingue: albanese, arabo, bangla, cinese-mandarino, francese, hindi, urdu, inglese, cingalese, russo, rumeno, spagnolo, tagalog-filippino, wolof, yoruba, tigrino, portoghese, serbo-croato e afro-pidgin

La traduzione del testo, previsto dall’articolo 9 bis del Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero (decreto legislativo 25 luglio 1998 n.286), dovrà essere consegnata entro e non oltre le ore 12 del 31 agosto 2011.
L’importo massimo previsto per la sua realizzazione è di Euro 45.000,00 (IVA esclusa).

I soggetti interessati potranno presentare entro e non oltre il 6 giugno 2011 la richiesta d’invito a partecipare alla procedura di selezione, che sarà espletata ai sensi dell’art. 125 d.lgs. 163/2006, inviandola via e-mail all’indirizzo dlci.fondointegrazione@interno.it, corredata della fotocopia di un documento di identità in corso di validità.

Responsabile del procedimento è la dott.ssa Maria Eleonora Corsaro, e-mail:
eleonora.corsaro@interno.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *