CIE- CITTADINI STRANIERI - Il rilascio della carta d’identità con validità triennale ai richiedenti asilo

La corretta applicazione dell’art. 5-bis del decreto legislativo 18 agosto 2015, n. 142 in seguito alle modifiche introdotte dal decreto legge 21 ottobre 2020, n. 130

Approfondimento di W. Damiani

Si registrano ancora tante incertezze in riferimento alla corretta applicazione dell’articolo 5-bis del decreto legislativo 18 agosto 2015, n. 142 in seguito alle modifiche introdotte dal decreto legge 21 ottobre 2020, n. 130.
La norma citata prevede al quarto comma che ai richiedenti protezione internazionale iscritti in anagrafe è rilasciata una carta d’identità non valida per l’espatrio della durata di tre anni.
Per capire il perimetro applicativo della norma occorre partire dalla definizione di richiedente protezione internazionale; l’articolo 2 del decreto legislativo 28 gennaio 2008, n. 25 lo definisce come “lo straniero che ha presentato domanda di protezione internazionale su cui non è stata ancora adottata una decisione definitiva”.

> CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO

Non sei abbonato?

Clicca qui e contattaci per informazioni o richiedi password di prova al servizio

oppure

Chiamaci al numero 0541.628200
dal Lunedì al Venerdì, dalle 8.30 alle 17.30

Ti consigliamo:

Stranieri e comunitari

Stranieri e comunitari

La gestione dei cittadini stranieri e comunitari costituisce da sempre uno degli aspetti più delicati dell’attività dell’ufficio anagrafe, in considerazione delle complessità derivanti da un quadro giuridico molto articolato ed in costante evoluzione.

Le normali procedure anagrafiche devono necessariamente confrontarsi con la disciplina nazionale in materia di immigrazione per i cittadini di paesi terzi e con la normativa di matrice comunitaria per la libera circolazione e il soggiorno dei cittadini dell’Unione Europea.

L’obiettivo dell’opera è quello di mettere a disposizione degli operatori uno strumento pratico, di facile consultazione, che riesca a delineare in modo chiaro ed esaustivo le corrette procedure da applicare nei singoli casi.

Dopo i primi due capitoli dedicati alla ricostruzione del quadro normativo rispettivamente in materia di immigrazione dei cittadini extraUE e di libera circolazione dei cittadini comunitari, il volume illustra con un approccio prevalentemente pratico le diverse attività che l’ufficiale d’anagrafe è chiamato a porre in essere relativamente alle iscrizioni, mutazioni e cancellazioni anagrafiche, ponendo in risalto la diversa incidenza nel procedimento amministrativo delle condizioni di regolarità e di legalità del soggiorno.

Il volume analizza inoltre le specificità dei richiedenti protezione internazionale e dei cittadini del Regno Unito dopo la Brexit. Un intero capitolo è dedicato alla complessa tematica dell’attestazione di soggiorno permanente dei cittadini comunitari.

Da ultimo è affrontata la recentissima questione della protezione temporanea accordata ai profughi ucraini in fuga dal conflitto bellico.

L’opera è corredata da tutta la modulistica necessaria per agevolare il lavoro degli operatori, quest’ultima disponibile anche in versione compilabile.

William Damiani
Funzionario comunale, esperto in materia di Anagrafe e Diritto Amministrativo.
Leggi descrizione
William Damiani, 2022, Maggioli Editore
85.00 € 68.00 €

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.