Questo articolo è stato letto 2 volte

CITTADINI STRANIERI - I cittadini dell’UE che non abbiano mai esercitato il loro diritto di libera circolazione non possono invocare la cittadinanza dell’Unione per regolarizzare il soggiorno del loro coniuge proveniente da un paese terzo

Comunicato stampa della Corte di Giustizia 5 maggio 2011, n.43/11
I cittadini dell’UE che non abbiano mai esercitato il loro diritto di libera circolazione non possono invocare la cittadinanza dell’Unione per regolarizzare il soggiorno del loro coniuge proveniente da un paese terzo

Conclusioni dell’Avvocato Generale 25 novembre 2010
«Cittadinanza dell’Unione – Diritto dei cittadini dell’Unione di circolare e soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri – Doppia cittadinanza – Art. 21 TFUE – Direttiva 2004/38/CE – Avente diritto – Soggiorno legale – Ricongiungimento familiare – Discriminazione a danno dei cittadini nazionali»

Corte di Giustizia UE 5 maggio 2011, n. C-434/09
Libera circolazione delle persone – Art. 21 TFUE – Direttiva 2004/38/CE – Nozione di “avente diritto” – Art. 3, n. 1 – Cittadino che non ha mai esercitato il proprio diritto di libera circolazione ed ha sempre soggiornato nello Stato membro di cui possiede la cittadinanza – Rilevanza del possesso della cittadinanza di un altro Stato membro – Situazione puramente interna

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *