Questo articolo è stato letto 2 volte

CITTADINI STRANIERI - Emergenza umanitaria: al via la procedura di rimborso delle spese per i Soggetti attuatori

Disponibili i moduli e i manuali tecnici per la compilazione

Parte la procedura per il rimborso delle spese sostenute dai Soggetti attuatori dal 23 aprile 2011 per l’assistenza ai migranti e ai profughi sul territorio nazionale, in attuazione del Piano per l’accoglienza dei migranti. I moduli e i manuali tecnici per la compilazione che pubblichiamo oggi sono allegati alla Circolare del Commissario delegato per l’emergenza migranti, inviata il 16 maggio 2011 ai Soggetti attuatori.
Le schede da compilare sono diverse a seconda dei beneficiari dell’assistenza:-migranti con permessi di soggiorno ex art. 20 del decreto legislativo n. 286 del 1998 -richiedenti asilo o rifugiati
La modulistica è suddivisa in tre sezioni:sezione A: dati del Soggetto attuatoresezione B: quadro di sintesi degli oneri sostenutisezione C: singole tipologie di spesa
Entro la prima decade del mese successivo a quello in cui sono state sostenute le spese i Soggetti attuatori devono:- anticipare via email i moduli compilati all’indirizzo: rimborsi.nordafrica@protezionecivile.it – inviare i moduli compilati in forma cartacea al Commissario delegato, Dipartimento della Protezione Civile, Via Vitorchiano 4, 00189 Roma.
Dopo le verifiche amministrative e contabili il Commissario delegato renderà disponibili su contabilità speciali le somme dovute o richiederà ulteriori elementi.
Per l’assistenza ai migranti beneficiari di permessi di soggiorno per motivi umanitari ex art. 20 è possibile rendicontare oneri superiori a 40 euro giornalieri, purché adeguatamente documentati e giustificati, nel limite di 46 euro al giorno.
Per l’assistenza ai richiedenti asilo, i Soggetti attuatori, se hanno temporaneamente utilizzato hotel o strutture analoghe, sono autorizzati a stipulare contratti per il solo vitto e alloggio per 15 giorni, rinnovabili per altri 15, nel periodo necessario ad individuare strutture di accoglienza definitive e a stipulare le relative convenzioni.
Per l’allestimento di nuove strutture, insieme alla richiesta della necessaria copertura finanziaria deve essere allegata una breve scheda descrittiva della struttura con informazioni sulla proprietà, la disponibilità, gli interventi da realizzare e i costi stimati.
L’anticipo previsto dall’art. 3 comma 2 del Decreto del Commissario delegato del 2 maggio sarà detratto dagli ultimi rimborsi dovuti prima della chiusura della gestione dell’emergenza.
La rendicontazione prevista dall’art. 5, comma 5 bis della legge n. 225 del 1992 andrà inviata alla ragioneria Territoriale dello Stato competente per territorio, con la documentazione giustificativa delle spese in originale. Una copia dovrà essere trasmessa al Commissario delegato.I Soggetti attuatori sono inviatati a individuare uno o più referenti per le attività amministrativo-contabili e a comunicarli a rimborsi.nordafrica@protezionecivile.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *