Questo articolo è stato letto 615 volte

ANAGRAFE- P.A.- STATO CIVILE - L’attività di sportello: l’autentica di sottoscrizione e l’autentica di copia

Regole pratiche e consigli
indicazioni-operative-relative-alla-procedura-di-verifica-delladempimento-degli-accordi-di-integrazione-in-scadenza.jpg

Approfondimento di P. Lucchi

L’autentica di sottoscrizione, definita dall’art. 1 comma 1 lett. i) del d.P.R. 445/2000 come “L’attestazione, da parte di un pubblico ufficiale, che la sottoscrizione è stata apposta in sua presenza, previo accertamento dell’identità della persona che sottoscrive”. A sua volta l’art. 2703 del codice civile stabilisce che: “si ha per riconosciuta la sottoscrizione autenticata dal notaio o da altro pubblico ufficiale a ciò autorizzato”.
L’autorizzazione, e quindi la competenza, dipende dunque da una espressa previsione di legge che, per il pubblico ufficiale incaricato dal Sindaco, risiede principalmente nell’articolo 21 del d.P.R. n. 445/2000.

>> CONTINUA A LEGGERE

VAI ALLO SPECIALE

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>