STATO CIVILE - Unioni civili

Unioni civili, trasmesso al Consiglio di Stato il DPCM sul regime transitorio

Finalmente i comuni avranno le indicazioni necessarie per costituire le prime Unioni civili. Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti ha trasmesso al Consiglio di Stato, per il previsto parere, lo schema di DPCM che regola il regime transitorio di trascrizione delle unioni civili nei registri dello stato civile.

Si tratta del primo decreto ponte in attesa dei decreti del ministero della Giustizia che daranno maggiore completezza alla materia.

Cosa succede ora? Mancano ancora due tappe: il parere del Consiglio di Stato, che secondo regolamentazione ha 30 giorni di tempo per dare una sua valutazione, e il passaggio alla Corte dei Conti incaricata di valutare le spese. In ultimo, il decreto arriverà al Presidente del Consiglio, che avrà la responsabilità di emanarlo e solo a questo punto i comuni avranno le istruzioni ufficiali per celebrare le unioni civili.

PER APPROFONDIRE

aa

LA NUOVA DISCIPLINA DELLE UNIONI CIVILI E DELLE CONVIVENZE

Gli adempimenti dell’Ufficiale di stato civile e anagrafe

Il volume esamina approfonditamente la L. n.76/2016 che ha disciplinato la costituzione delle unioni civili e la registrazione delle convivenze di fatto, delineando un quadro completo dei nuovi istituti allo scopo di fornire all’ufficiale di stato civile e di anagrafe, tutti gli strumenti operativi necessari.

 

ACQUISTA ON LINE

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.