CITTADINI STRANIERI - La legge di delegazione europea 2021

Le nuove norme, che dovranno essere approvate entro il 2023, semplificheranno le condizioni di ingresso e soggiorno dei lavoratori altamente qualificati

E’ stata pubblicata la Legge 4 agosto 2022, n. 127Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l’attuazione di altri atti normativi dell’Unione europea – legge di delegazione europea 2021, approvata in via definitiva dalla Camera il 2 agosto.

Il provvedimento si compone di 21 articoli che recano disposizioni di delega riguardanti il recepimento di 12 direttive europee inserite nell’allegato A. L’articolato contiene criteri direttivi specifici per l’adeguamento della normativa nazionale a 21 regolamenti europei.

Tra le direttive inserite anche la nuova Direttiva 2021/1883 che modica le regole sulla EU Blue card (direttiva 2009/50/EC), ovvero sulle condizioni di ingresso e soggiorno dei cittadini di paesi terzi che intendano svolgere lavori altamente qualificati.

La nuova direttiva che dovrà essere recepita entro novembre 2023, semplifica le procedure di ingresso e offre condizioni più favorevoli per il soggiorno dei titolari di blue card. Tra le novità anche la riduzione della durata minima del contratto di lavoro (6 mesi) e della retribuzione minima da offrire (tra 1 e 1,6 volte la retribuzione media), meno vincoli e burocrazia per cambiare posto di lavoro una volta in Italia e procedure più favorevoli per i ricongiungimenti familiari.

L’articolo 14 della nuova legge, delega inoltre il Governo ad adottare, entro 12 mesi dalla data di entrata in vigore della legge, uno o più decreti legislativi per adeguare la normativa nazionale al Regolamento (UE) 2019/816 che prevede un sistema centralizzato per individuare gli Stati membri in possesso di informazioni sulle condanne pronunciate a carico di cittadini di paesi terzi e apolidi e per integrare il sistema europeo di informazione sui casellari giudiziali.

Fonte: integrazionemigranti.gov.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.