ANPR - IL CASO – Iscrizione in via della casa comunale

Si deve procedere all'iscrizione in via della casa comunale pur sapendo che il soggetto si trova in maniera stabile in un altro Comune ancorché ricoverato in una struttura?

I servizi sociali hanno scritto a questo Comune chiedendo l’iscrizione in via della casa comunale di un loro assistito, già cancellato da questa anagrafe per irreperibilità accertata. Da comunicazioni con i servizi sociali è emerso che il signore si trova da qualche tempo ricoverato presso una struttura riabilitativa dislocata in un altro Comune. Comunicano che il Comune dove ha sede la struttura non procederà all’iscrizione nella via della casa comunale né all’iscrizione presso la struttura. Sappiamo inoltre che il signore verso fine mese verrà spostato in altra struttura sanitaria presente sul nostro territorio dove potrà tranquillamente prendere la residenza. Avendo necessità di avere un medico di base, i servizi sociali stanno premendo affinché il signore venga iscritto nella via fittizia. Dobbiamo procedere all’iscrizione in via della casa comunale pur sapendo che il soggetto si trova in maniera stabile in un altro Comune ancorché ricoverato in una struttura?

Leggi la risposta dei nostri esperti

Ti consigliamo:

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.