ANAGRAFE- CITTADINI STRANIERI- STRANIERI - Adottato il DPCM sulla protezione temporanea dei profughi ucraini. Indicazioni per l’ufficiale d’anagrafe

Pubblicazione in Gazzetta Ufficiale

Approfondimento di W. Damiani

E’ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 89 del 15 aprile il DPCM 28 marzo 2022 recante “Misure di protezione temporanea per le persone provenienti dall’Ucraina in conseguenza degli eventi bellici in corso“.

Si riportano di seguito i passaggi fondamentali.

Ambito di applicazione della protezione temporanea

Il decreto stabilisce che la protezione temporanea si applica:

a) ai cittadini ucraini residenti in Ucraina prima del 24 febbraio 2022;

b) agli apolidi e ai cittadini di paesi terzi diversi dall’Ucraina che erano beneficiari in Ucraina di protezione internazionale o di protezione nazionale equivalente prima del 24 febbraio 2022;

c) ai familiari delle persone indicate nelle precedenti lettere a) e b). Per familiari si intendono: – il coniuge o il partner che abbia una relazione stabile con l’interessato; – i figli minori, anche del coniuge, non sposati; – i parenti corrispondenti alle categorie di cui alle lettere c) e d) dell’articolo 29, comma 1, del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286, conviventi e appartenenti allo stesso nucleo familiare;

d) agli apolidi e ai cittadini di paesi terzi diversi dall’Ucraina che soggiornavano in Ucraina prima del 24 febbraio 2022 sulla base di un permesso di soggiorno permanente rilasciato dalla autorità ucraine e che non possono fare ritorno in condizioni sicure e stabili nel proprio paese di origine.

> CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO

Ti consigliamo:

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.