CITTADINANZA - Adempimenti dell’ufficiale di stato civile in caso di acquisto della cittadinanza per matrimonio e per naturalizzazione

Nel caso di acquisto di cittadinanza ai sensi degli artt. 5 e 9 legge 91/1992, l’ufficiale dello stato civile è chiamato a svolgere solamente la parte finale dell’intera procedura che si attiva con la richiesta dell’interessato

Approfondimento di R. Calvigioni

Nel caso di acquisto di cittadinanza ai sensi degli artt. 5 e 9 legge 91/1992, l’ufficiale dello stato civile è chiamato a svolgere solamente la parte finale dell’intera procedura che si attiva con la richiesta dell’interessato, presentata presso la competente Prefettura, prosegue con l’istruttoria e l’emanazione del decreto prefettizio o presidenziale, si chiude con la notifica del decreto, successivo giuramento e trascrizione del provvedimento. La notifica all’interessato del decreto, che dovrebbe essere di competenza della Prefettura, ai sensi dell’art. 4, c. 1 del d.P.R. 362/1994, in molti casi è stata delegata dalla Prefettura stessa al comune di residenza dell’interessato: si tratta di notifica che non potrà comunque ricadere nelle competenze dell’ufficiale di stato civile, ma farà carico al messo notificatore del comune.

>> CONTINUA A LEGGERE

Per approfondimenti:

[libprof code=”20″ mode=”inline”]

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento su “Adempimenti dell’ufficiale di stato civile in caso di acquisto della cittadinanza per matrimonio e per naturalizzazione

  1. Vorrei sapere se
    in caso di matrimonio con cittadina extra UE, la cittadinanza viene concessa con quali tempi o/e procedure.
    grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.