Questo articolo è stato letto 2.114 volte

ANAGRAFE - Emigrazione per l’estero dei cittadini italiani e stranieri

Procedimenti di emigrazione per l’estero

Cittadino italiano

L’emigrazione per l’estero del cittadino italiano si sostanzia in una procedura che coinvolge sempre e comunque l’ufficio che gestisce l’Anagrafe della  popolazione italiana residente all’estero.

L’emigrazione può concretizzarsi sulla base di due richieste alternative:

1) l’interessato, che intende trasferire la residenza all’estero per un periodo superiore a dodici mesi, può dichiarare il trasferimento di residenza all’estero direttamente al Consolato italiano competente. Il Consolato italiano all’estero provvederà ad  inviare al comune di iscrizione anagrafica il modello CONS/01 con  il quale si chiede di procedere alla cancellazione dall’APR ed alla conseguente iscrizione all’AIRe. In tal caso l’Ufficiale d’anagrafe provvederà alla cancellazione dall’APR e all’iscrizione all’AIRe entro 2 giorni lavorativi dal  ricevimento del modello consolare. La decorrenza dell’iscrizione per  espatrio è data dal momento in cui il comune riceve  il modello CONS/01;

2) l’interessato, prima di espatriare, può rendere la dichiarazione al comune italiano di residenza, utilizzando l’apposito modello allegato allegato al circolare del  Ministero dell’interno n. 9 del  27 aprile 2012.  L’Ufficiale d’anagrafe che riceve la dichiarazione di trasferimento all’estero si limiterà a rilasciare all’interessato la  comunicazione di  avvio  del  procedimento, informandolo che entro 90 giorni dalla data di espatrio dovrà presentarsi al Consolato italiano della  circoscrizione di immigrazione a rendere analoga dichiarazione. Il cittadino italiano ha quindi l’obbligo  di recarsi entro 90 giorni dall’arrivo all’estero al Consolato di competenza per  rendere la dichiarazione di espatrio. Il Consolato italiano invierà al comune di pro- venienza il modello CONS/01 per la richiesta di iscrizione all’AIRe. Anche in questo caso l’Ufficiale d’anagrafe provvederà alla cancellazione dall’APR e all’iscrizione all’AIRe entro 2 giorni lavorativi dal  ricevimento del mo- dello consolare, ma la decorrenza dell’iscrizione per espatrio viene  fissata alla data della  dichiarazione di trasferimento all’estero resa  al comune di ultima residenza in  Italia. Se entro un  anno il comune non  riceverà dal Consolato la richiesta di iscrizione all’AIRe, sarà avviato il procedimento di cancellazione per  irreperibilità.

In entrambi i casi, dopo il ricevimento del modello CONS/01, il comune compila il modello APR/4  dopo aver  accertato l’effettiva  sussistenza dei requisiti per la cancellazione anagrafica. Il comune di cancellazione deve:

– barrare la casella del riquadro COMUNICO: “la cancellazione per  l’estero” e indicare la denominazione ed  il codice dello  Stato estero di denominazione;
– apporre la data di comunicazione;
– inviare il modello all’ISTAT.

Cittadino straniero

Per l’emigrazione del cittadino straniero non  sussistono particolarità. Tale  tipologia si  concretizza a  seguito di  segnalazione che attesta  il definitivo rimpatrio o per  comunicazione delle  Questure che  attestano il ritiro del permesso di soggiorno alla frontiera.

Ricevuta la dichiarazione da parte dell’interessato sull’apposito modello allegato alla circolare del Ministero dell’interno n. 9 del 27 aprile 2012, l’Ufficiale d’anagrafe rilascia la comunicazione di avvio del procedimento e provvede a registrare la cancellazione per lo Stato estero entro i successivi 2 giorni lavorativi. Seguiranno gli accertamenti nei successivi 45 giorni, per verificare se l’interessato abbia effettivamente abbandonato il luogo  di dimora abituale.

Anche  in questo caso  il comune compila il modello APR/4 dopo aver accertato l’effettiva sussistenza dei requisiti per la cancellazione anagrafica. Il comune di cancellazione deve:

– barrare la casella del riquadro COMUNICO: “la cancellazione per  l’estero” e indicare la denominazione ed  il codice dello  Stato estero di denominazione;
– apporre la data di comunicazione;
– inviare il modello all’ISTAT.

 

LA REDAZIONE CONSIGLIA

 

di Alessandro Francioni – Catia Cecchini – William Damiani – Barbara Gori
  • ANPR
  • L’organizzazione dell’ufficio anagrafe
  • I procedimenti anagrafici
  • La gestione di stranieri e comunitari
  • L’AIRE
  • La residenza e le norme antiabusivismo

 

ACQUISTA ON LINE

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>