Questo articolo è stato letto 3 volte

CITTADINI STRANIERI - Trasmissione telematica delle pratiche tra questura e comuni della provincia di Padova

Padova, al via la trasmissione telematica delle pratiche tra Questura e comuni della provincia

Sottoscritto questa mattina presso la prefettura di Padova un protocollo d’intesa per la trasmissione telematica dai comuni della provincia alla Questura delle dichiarazioni di ospitalità a cittadini stranieri e delle comunicazioni di cessione di fabbricato.

Con la firma di oggi prende avvio la fase operativa di un progetto che prevede l’estensione del sistema telematico a tutti i Comuni della provincia, dopo la conclusione positiva di una prima sperimentazione con quattro comuni pilota (Cittadella, Este, Piove di Sacco e Limena).
Nei prossimi giorni la Provincia fornirà a tutti i Comuni gli strumenti operativi necessari, e ,in breve tempo, le due tipologie di pratiche interessate, finora inoltrate in forma cartacea, saranno completamente informatizzate in tutta la provincia.

Il protocollo di ‘Interoperabilità e interconnessione informatica tra le Pubbliche Amministrazioni’ è stato firmato dal prefetto di Padova Ennio Mario Sodano, dal presidente della Provincia Barbara Degani e dal questore Luigi Savina.

Il Prefetto, nel ringraziare l’Ente Provincia per il supporto tecnico alla realizzazione del progetto, ha ricordato l’importanza dello stesso che consentirà di semplificare, velocizzare ed economicizzare il passaggio di informazioni sensibili.
L’ iniziativa infatti, come obiettivo individuato in sede di Conferenza Permanente, intende continuare il percorso di promozione del processo interconnessione tra le PA della provincia, anche per diminuire i costi dell’azione amministrativa e arrivare a una dematerializzazione della stessa.

Il presidente della Provincia ha ricordato, in particolare, come l’iniziativa fornisca agli uffici interessati un mezzo efficiente per conoscere più approfonditamente il territorio e il Questore, esprimendo soddisfazione per l’avvio operativo, ha evidenziato come il software telematico rappresenti per la Questura un importante strumento di lavoro ai fini della sicurezza grazie alla disponibilità in tempo reale dei dati rilevanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *