Questo articolo è stato letto 430 volte

ELETTORALE - Tenuta e revisione delle liste con la sola iscrizione anagrafica

Con l’estrazione diretta dall’anagrafe avremmo delle liste sempre pronte, pulite, in ordine alfabetico, con risparmio di risorse economiche e umane

Approfondimento di U. Coassin

Oggi la tecnologia e gli strumenti informatici permettono, in tutti i Comuni (e se così non fosse, sarebbe più conveniente dotare i Comuni sprovvisti delle necessarie tecnologie informatiche) l’estrazione delle liste elettorali dall’anagrafe e la loro formazione in pochissime ore: se i tempi tecnici di una consultazione dipendessero solo dalle liste elettorali, si potrebbe votare dall’oggi al domani. Non ha senso, quindi, tenere ancora, pur su supporto informatico, anche lo schedario elettorale (per compilare le liste), oltre a quello anagrafico, perché ciò comporta una sequela di comunicazioni tra lo stato civile-anagrafe e l’elettorale per l’aggiornamento di quest’ultimo (emigrati, deceduti, perdita del diritto di voto o della cittadinanza, riacquisto, immigrati, cambi di abitazione, etc.) e conseguenti revisioni delle liste elettorali.
Con l’estrazione diretta dall’anagrafe, avremmo invece delle liste sempre belle pronte, pulite, in ordine alfabetico, con risparmio di risorse economiche e umane, che potrebbero essere sicuramente meglio impiegate”.

>> CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *