Questo articolo è stato letto 214 volte

STATO CIVILE - Richiesta di cambiamento del nome e del cognome – Valutazione discrezionale del Prefetto – Sussiste – Ambito valutativo – Specificazione

A norma degli artt. 89 e segg. del d.p.r. 3 novembre 2000, n. 396, come modificato dal d.p.r. 13 marzo 2012, n. 54, l’istanza per il cambiamento del nome e del cognome è rimessa a una valutazione discrezionale del Prefetto, che deve porre a raffronto le ragioni poste a fondamento della richiesta alla luce dell’interesse pubblico alla tutela della funzione identificativa del nome e, allo stesso tempo, tenendo conto del fatto che il nome è oggetto di un importante diritto della personalità.

>> Continua a leggere la sentenza

 
PER APPROFONDIRE

MANUALE PRATICO DELL’UFFICIALE D’ANAGRAFE
Alessandro Francioni – Catia Cecchini

L’ANPR
L’organizzazione dell’ufficio anagrafe
I procedimenti anagrafici
La gestione di stranieri e comunitari
L’AIRE
La residenza e le norme “antiabusivismo”

acquistaora

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *