ELETTORALE - Le elezioni comunali 2022 nella Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Alla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia è attribuita una competenza legislativa di tipo esclusivo, per le elezioni comunali

Alla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia è attribuita una competenza legislativa di tipo esclusivo, per le elezioni comunali. Ricordiamo che nella Regione con legge costituzionale sono state abolite le province.
Per le amministrative 2022 sono 33 comuni, di cui 4 con popolazione superiore a 15.000 abitanti, chiamati al voto.
Le elezioni comunali in Friuli Venezia Giulia sono disciplinate dalla legge regionale 5 dicembre 2013, n. 19 (Disciplina delle elezioni comunali e modifiche alla legge regionale 28/2007 in materia di elezioni regionali).
La data delle elezioni è fissata con deliberazione della Giunta regionale non oltre il 60° giorno precedente la data delle elezioni.
L’Assessore regionale competente in materia di autonomie locali convoca i comizi elettorali con decreto adottato non oltre il 50° giorno precedente la data delle elezioni.
La recente legge regionale 11 marzo 2022, n. 5 ha previsto, per le sole elezioni amministrative del 2022, la riduzione a un terzo del numero minimo di sottoscrizioni per la presentazione delle liste nei comuni con popolazione a partire dai 1.000 abitanti (art. 1). La stessa legge ha modificato la legge regionale 19/2013 prevedendo a regime l’esonero dalla raccolta delle sottoscrizioni nei comuni con popolazione inferiore a 1.000 abitanti (art. 3).
La legge regionale n. 5/2022 ha inoltre modificato le disposizioni di cui alla legge regionale n. 19/2013 nella parte riferita ai pubblici ufficiali competenti ad autenticare le sottoscrizioni prevedendo a regime il rinvio alla disciplina statale per quanto concerne l’individuazione degli stessi (art. 2).
Il sistema elettorale del Friuli Venezia Giulia prevede: l’elezione diretta del sindaco; nei comuni con più di 15.000 abitanti, un eventuale secondo turno di votazione (ballottaggio); l’attribuzione dei seggi di consigliere comunale con metodo proporzionale (metodo D’Hondt), con il correttivo rappresentato dall’attribuzione di un premio di maggioranza alle liste collegate con il sindaco eletto. Da evidenziare che in FVG anche nei comuni sino a 15.000 il sindaco può collegarsi con più liste.

SPECIALE AMMINISTRATIVE E REFERENDUM 2022

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.