ACCESSO AGLI ATTI E PRIVACY - Acceso ai documenti amministrativi

Interesse all’acceso ai documenti amministrativi – interesse all’impugnativa degli atti amministrativi – elementi distintivi – legittimazione all’accesso – specificazione dei presupposti

La situazione giuridicamente rilevante disciplinata dalla legge 7 agosto 1990, n. 241, per la cui tutela è attribuito il diritto di accesso, è nozione diversa e più ampia rispetto all’interesse all’impugnativa e non presuppone necessariamente una posizione soggettiva qualificabile in termini di diritto soggettivo o di interesse legittimo (Consiglio di Stato, Sez. VI, 28 gennaio 2013, n. 511). Da ciò consegue che la legittimazione all’accesso va riconosciuta a chiunque possa dimostrare che gli atti procedimentali oggetto dell’accesso abbiano spiegato o siano idonei a spiegare effetti diretti o indiretti nei suoi confronti, indipendentemente dalla lesione di una posizione giuridica, stante l’autonomia del diritto di accesso, inteso come interesse ad un bene della vita distinto rispetto alla situazione legittimante all’impugnativa dell’atto.

Continua a leggere la sentenza

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.