Questo articolo è stato letto 125 volte

CITTADINANZA - IL CASO – Sentenza di riconoscimento della cittadinanza italiana, trascrizione atto di nascita di discendente

È possibile trascrivere gli atti di nascita dei figli sia minorenni che maggiorenni? È sufficiente la lettera di trasmissione/richiesta dell’avvocato o serve una richiesta (in bollo)?

Un avvocato unitamente alla sentenza di riconoscimento della cittadinanza italiana iure sanguinis dei suoi clienti, ci ha trasmesso per la trascrizione gli atti di nascita dei suoi clienti e dei figli degli stessi. Due dei figli durante il corso della causa per il riconoscimento della cittadinanza italiana del padre, o successivamente alla sentenza, hanno raggiunto la maggiore età. È possibile trascrivere gli atti di nascita dei figli sia minorenni che maggiorenni? È sufficiente la lettera di trasmissione/richiesta dell’avvocato o serve una richiesta (in bollo) sia per i minorenni che per i maggiorenni? In caso positivo la richiesta può essere inviata dall’estero via posta con allegata copia del documento di riconoscimento del richiedente? I maggiorenni come devono inoltrare la richiesta (inviandola per posta oppure devono fare richiesta di riconoscimento della cittadinanza italiana presso il Consolato o presso l’ufficio di stato civile in Italia previa richiesta di residenza).

Leggi la risposta dei nostri esperti

Ti consigliamo:

Gli atti di stato civile

Gli atti di stato civile

Renzo Calvigioni, Marina Caliaro, 2020, Maggioli Editore
Il testo rappresenta una guida per la corretta applicazione delle norme vigenti in materia di stato civile. Ciascuna parte del volume (nascita, matrimonio, unione civile, cittadinanza, morte) è strutturata in schede tematiche, raggruppate secondo le parti e le serie del registro di stato...

198,00 € Acquista

su

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *