STATO CIVILE - IL CASO – Riconoscimento di un figlio da parte di un cittadino detenuto – Problematiche

L’ufficiale di stato civile può acquisire la dichiarazione all’esterno degli uffici (in carcere)?

Per il tramite del suo legale, il sig. X detenuto in carcere e a cui è stata inflitta la pena accessoria di “interdizione legale” intende riconoscere il proprio figlio.
Il Tribunale non ha consentito al sig. X di recarsi presso l’ufficio di stato civile e pertanto è stato invitato l’ufficiale ad andare in carcere per acquisire la dichiarazione.
Premesso che il carcere è ubicato in comune differente rispetto al comune di nascita del bimbo, della mamma e del padre e anche differente rispetto al comune di residenza degli stessi, si chiede:
1. se l’ufficiale di stato civile possa acquisire la dichiarazione all’esterno degli uffici (in carcere);
2. eventualmente a chi (quale ente) dovrebbe essere avanzata correttamente l’istanza da parte del legale;
3. considerando che i genitori non sono uniti in matrimonio, se deve essere presente la madre ed eventualmente cosa attestare;
4. se trattasi di atto o come si ritiene semplice dichiarazione di riconoscimento;
5. si chiedono modelli in linea con la normativa vigente.

>> Leggi la risposta dei nostri esperti

Ti consigliamo:

[libprof code=”24″ mode=”inline”]

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.