Questo articolo è stato letto 79 volte

STATO CIVILE - IL CASO – Matrimonio dall’estero e discordanze sulle generalità – Trascrizione

Il matrimonio di rito anglicano, nel caso di celebrazione all’estero, può essere trascritto?

L’Ambasciata d’Italia in Londra trasmette a questo ufficio copia di certificato di matrimonio celebrato il 16 maggio 2009 con rito anglicano da cittadina inglese con ns. cittadino AIRE: il matrimonio risulta essere registrato nel Registro dei Matrimoni del Distretto del Somerset. Il matrimonio di rito anglicano, se fosse celebrato in Italia, non potrebbe essere trascritto in Parte II serie A: nel caso di celebrazione all’estero, può essere trascritto? Inoltre, vi sono discordanze sulle generalità dello sposo, cittadino italiano: possono costituire ostacolo alla trascrizione?

>> Leggi la risposta dei nostri esperti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *