ANAGRAFE - IL CASO – Cancellazione irreperibile occupante di casa abusiva

Si deve procedere ad iscrivere questa categoria di cittadini nei senza fissa dimora non potendo regolarizzare la residenza in casa abusiva?

Ho aperto un procedimento di cancellazione per irreperibilità nei confronti di due cittadini. Gli stessi sono notoriamente occupanti abusivi di casa popolare e i vigili a seguito del primissimo accertamento li hanno effettivamente trovati in questo alloggio. Ho inviato avvio di procedimento di verifica della dimora abituale al vecchio indirizzo (quello che c’è in anagrafe).
Ora il dubbio: da altri quesiti abbiamo appreso che la soluzione sarebbe quella di iscrivere questa categoria dei cittadini nei senza fissa dimora non potendo ovviamente regolarizzare la residenza in casa abusiva ai sensi delle nuove leggi sull’occupazione. Come dobbiamo procedere quindi? Mandare un altro avvio all’indirizzo “abusivo” invitando gli stessi alla regolarizzazione nei senza fissa dimora? Se malgrado l’avvio non ottemperano siamo tenuti alla loro iscrizione d’ufficio nei senza fissa dimora? E se invece qualora l’indirizzo “abusivo” sia in altro Comune, quell’altro Comune è tenuto ad iscriverli nei senza fissa dimora?

>> Leggi la risposta dei nostri esperti

Ti consigliamo:

[libprof code=”11″ mode=”inline”]

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.