Questo articolo è stato letto 4 volte

Elezioni degli organi dei comuni. Maggioranza, minoranza, ed arrotondamenti (3) Premio di maggioranza, ma senza maggioranze “bulgare”. I T.A.R. … optano sulla persuasione, ma non tutti: pareri non omogenei: (3) Il T.A.R. Puglia aderisce alle tesi del "minimo"

Elezioni degli organi dei comuni. Maggioranza, minoranza, ed arrotondamenti (3) Premio di maggioranza, ma senza maggioranze “bulgare”. I T.A.R. … optano sulla persuasione, ma non tutti: pareri non omogenei: (3) Il T.A.R. Puglia aderisce alle tesi del “minimo”

La questione è già stata, più volte affrontata e riguarda i criteri di attribuzione dei seggi in occasione delle elezioni del sindaco e del consiglio comunale, in particolare nel 2° turno.
Si tratta della (anzi, delle) pronunce del T.A.R. per la regione Puglia, sede di Bari, Sez. 2^, sent. n. 1828 del 25/10/2012, con cui il giudice amministrativo aderisca all’impostazione interpretativa data dal Consiglio di Stato, Sez. 5^, sent. n. 1197 del 1/3/2012, anziché a quella della stessa Sezione del Consiglio di Stato di cui alla sent. n. 2928 del 21/5/2012.
Sulla stessa scita interpretativa, anche se con minori argomenti interpretativi, lo stesso T.A.R. per la regione Puglia, sede di Bari, sez. 2, con sent. n. 1829 del 25/10/2012, nonché sent. n. 1830 del 25/10/2012, riguardanti altri comuni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *