Questo articolo è stato letto 43 volte

ELETTORALE - Elezioni comunali: verso il rinvio in autunno

Il differimento causa emergenza Coronavirus riscuote il consenso dei partiti, si attende la decisione finale. Ministero dell'Interno al lavoro per lo spostamento delle consultazioni

elezioni

Diversi gli appuntamenti elettorali che a causa della pandemia da Coronavirus saranno probabilmente rinviati nel corso di questo 2021: oltre alle elezioni regionali in Calabria previste l’11 aprile, rivestono grande importanza le elezioni comunali di quest’anno, che a norma di legge dovrebbero svolgersi nel periodo tra il 15 aprile e il 15 giugno. A essere coinvolti più di mille Comuni, compresi alcuni dei centri urbani più importanti, e 11 milioni e mezzo di cittadini. Non sorprende quindi che un piano d’azione sia già stato allestito dal ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, che ha tempo fino al 19 aprile per sbloccare la situazione. Nel frattempo procede a ritmo serrato il lavoro di selezione di edifici da adibire a seggi per evitare che, qualora le elezioni si svolgano in autunno, tutto il peso ricada sugli istituti scolastici appena riaperti.
I diversi schieramenti politici sembrano tutti propensi ad accettare di buon grado l’ipotesi del rinvio. A riguardo il leader della Lega Matteo Salvini ha evidenziato l’opportunità di assumere un’iniziativa in tal senso senza ritardi inutili: “Chiedo solo al Ministero dell’Interno di farci capire per tempo se ci sono le condizioni di sicurezza, noi comunque siamo pronti e siamo al lavoro per mettere in campo i nostri candidati”.  Esortazione condivisa anche dallo schieramento opposto; all’interno del centrosinistra, come riporta Il Sole 24 Ore, il PD freme in vista dell’eventuale riconferma di Beppe Sala a sindaco di Milano, mentre prepara le candidature per riconquistare Napoli, Torino e soprattutto Roma, dove potrebbe schierare Roberto Gualtieri, con tutta probabilità il ministro del governo Conte che ha riscosso maggiore approvazione. Il Movimento 5 Stelle, infine, ha rinnovato la fiducia nei confronti di Virginia Raggi, proiettandola ancora una volta a guida della Capitale, nell’attesa, forse, di un definitivo consolidamento dell’intesa politica con i Dem.

SPECIALE COVID-19

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *