Questo articolo è stato letto 52 volte

ELETTORALE - Elezione del Senato della Repubblica: al voto i diciottenni

Al via la riforma costituzionale

Approvato dall’Assemblea in data 8 luglio 2021, in seconda deliberazione, il ddl costituzionale n. 1440-B che modifica il primo comma dell’articolo 58 della Costituzione Italiana in materia di elettorato per l’elezione del Senato della Repubblica (178 voti favorevoli, 15 contrari e 30 astensioni).
Con tale modifica, si riduce il limite di età per gli elettori del Senato (da 25 a 18 anni) e l’elettorato attivo per il Senato della Repubblica si uniforma a quello già previsto per la Camera dei deputati (art. 56 della Costituzione). Con la soppressione delle parole: “dagli elettori che hanno superato il venticinquesimo anno di età” , il nuovo testo costituzionale dell’art. 58 primo comma così recita “I senatori sono eletti a suffragio universale e diretto”.
Dato che alla Camera sono mancati i due terzi, tale riforma costituzionale sarà promulgata tra 3 (tre) mesi, periodo di tempo per consentire di chiedere un eventuale referendum confermativo (cfr. articolo 138 Cost.); la riforma entrerà in vigore trascorso quel periodo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *