Questo articolo è stato letto 465 volte

ANAGRAFE - Deleghe nei servizi demografici (parte 2)

La delega per l’anagrafe

La delega per l’anagrafe

La delega per l’anagrafe è regolata dall’art. 2 del Regolamento anagrafico.
Il primo comma statuisce che “1. Il sindaco può delegare e revocare in tutto o in parte le funzioni di ufficiale di anagrafe ad un assessore, al segretario comunale o ad impiegati di ruolo del comune ritenuti idonei.”
Anzitutto osserviamo che la delega non è un obbligo, la norma dice “può”, non “deve”: se il Sindaco, per ragioni che non è tenuto a spiegare, vuole tenersi l’incarico e firmare personalmente tutto ciò che afferisce all’anagrafe, ha il pieno diritto di farlo.
In secondo luogo la delega può essere totale, quindi comprendere tutte le funzioni, oppure parziale: soprattutto nei Comuni più grandi vi sono impiegati che fanno solo certificazioni, in forza di una delega specifica, altri che fanno solo iscrizioni, solo cancellazioni e così via.

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO

>> Deleghe nei servizi demografici (parte 1)

 

>> Non sei abbonato ai Servizi Demografici e vuoi provare il servizio per una settimana?


www.Modulisticaonline.it – AREA SERVIZI DEMOGRAFICI

Tutta la modulistica per gestire gli adempimenti

>> Delega per le funzioni di ufficiale di anagrafe – N0513
Pratica: DELEGHE, NOMINE ED INCARICHI – N1128WEB

>> Revoca di delega delle funzioni di ufficiale di anagrafe – N0514
Pratica: DELEGHE, NOMINE ED INCARICHI – N1128WEB

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *