Questo articolo è stato letto 27 volte

Cremazione: adeguamento delle tariffe per il 2015

Cremazione: adeguamento delle tariffe per il 2015

In attesa dell’emanazione del d.m. previsto (artt. 5-2, l. 30.3.2001, n. 130) per l’aggiornamento triennale dei valori alle variazioni del potere d’acquisto dell’euro, dapprima interessato al “blocco” delle tariffe stabilite in via amministrativa (art. 3, d.l. 29.11.2008, n. 185, convertito in l. 28.1.2009, n. 2 e s.m.i.), poi, venuto meno tale blocco, probabilmente da altri fattori, non resta che l’adeguamento delle tariffe per la cremazione calcolato sulla base del tasso d’inflazione programmata (art. 5, d.m. 1.5.2002), da alcuni anni all’1,5%, e che solo con la Nota di aggiornamento al DEF del30.9.2014 è strato rideterminato nello 0,6%, SEFIT, con circolare n. 4266 del 6.11.2014, ha pertanto definito quest’adeguamento per l’anno 2015, per cui la tariffa base (cremazione di cadaveri, tariffa base su cui sono parametrate le altre, salvo una) diventa di 495,57 € e la tariffa per la dispersione nel cimitero diventa di 200,24 € (sempre, oltre all’IVA, quando dovuta), che costituisce il tetto cui i comuni debbono attenersi, nel fissare la tariffe per la cremazione (artt. 1, 3 e 4 d.m. 1.7.2002) da praticare per gli impianti di cremazione presenti nel proprio territorio, indipendentemente se vi sia gestione in economia diretta o da parte di soggetto gestore (art. 6 e 2, l. 30.3.2001, n. 130), tetto insuperabile. Come noto non spetta in alcun caso all’eventuale soggetto gestore la fissazione delle tariffa, attività propria unicamente del comune. Tra l’altro, essendo stato, nell’arco temporale successivo al d.m. 16.5.2006, il tasso d’inflazione relae inferiore a quello programmato, quanto venga emanato l’atteso D.M. di aggiornamento, ne risulteranno valori inferiori a quelli adeguati sulla base del tasso d’inflazione programmato, con la conseguenza che questo aggiornamento comporterà una diminuzione del valore massimo determinabile dai comuni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *