Questo articolo è stato letto 3 volte

CITTADINI STRANIERI - Corte di Giustizia Ce 4 giugno 2009, n. c-22/08, c-23/08

La Corte si pronuncia anche sulprincipio di parità di trattamento ed il divieto di discriminazioni

Interessante sentenza della Corte di Giustizia sul rapporto tra art. 24, par. 2, Direttiva 38/2004 e art. 39 Trattato Ce. La Corte si pronuncia anche sulprincipio di parità di trattamento ed il divieto di discriminazioni,ex art. 12 Trattato CE, rilevando che tale normanon può impedire che uno Stato membro preveda – in materia di prestazioni di assistenza sociale – un trattamento più favorevoleper talune categorie di cittadini di paesi terzi rispetto ai cittadini dell’Unione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *