Assegno per il nucleo familiare ai lavoratori stranieri

Assegno per il nucleo familiare ai lavoratori stranieri

l’INPS ha pubblicato sul suo sito la notizia dell’esecuzione dell’ordinanza del Tribinale di Brescia 14 aprile 2015 che riconosce ai cittadini stranieri soggiornanti di lungo periodo in Italia il diritto all’ assegno per il nucleo familiare (ANF) per i familiari residenti all’estero.

I cittadini stranieri che lavorano in Italia hanno diritto all’assegno per il nucleo familiare (ANF) per i familiari che risultano residenti all’estero.

Si legge nell’ordinanza: “il carattere discriminatorio della condotta dall’INPS consistente nell’aver negato ai ricorrenti, stranieri soggiornanti di lungo periodo e con residenza in Italia, l’assegno per il nucleo familiare in relazione ai periodi indicati nel verbale di accertamento (…) e nell’aver avviato la procedura di recupero dei corrispondenti importi“.

Il Tribunale ha ritenuto che la legge n. 153 del 1988 ” violi, nella parte in cui riserva un diverso trattamento ai cittadini italiani da una parte ed agli stranieri lungo-soggiornanti dall’altra, quanto disposto dall’art. 11 co. 1 e 4 della direttiva 2003/109/CE a norma del quale “il soggiornante di lungo periodo gode dello stesso trattamento del cittadino nazionale per quanto riguarda (…) le prestazioni sociali, l’assistenza sociale e la protezione sociale ai sensi della legislazione sociale (…) Gli Stati membri possono limitare la parità di trattamento in materia di assistenza sociale e protezione sociale alle prestazioni essenziali”.

Il Tribunale ha così condannato l’Inps a “restituire ai ricorrenti le somme trattenute in esecuzione del verbale di accertamento”  e a dare adeguata pubblicità al  provvedimento mediante pubblicazione sul suo sito internet.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.