Questo articolo è stato letto 3 volte

SENZA CATEGORIA - PSI (Patto di stabilità interno), la circolare del MEF

PSI (Patto di stabilità interno), la circolare del MEF

Il MEF, RGS, con la circolare n. 11 del 6/4/2011, ha dettato le disposizioni relative al PSI (patto di stabilità interno per i comuni e le province soggettive. Tra l’altro, il Punto C.6 riguarda l’esclusione dal saldo finanziario delle spese (o, meglio, di alcune di esse) relative ai Censimenti generali 2010-2011, Punto che merita di essere riportato testualmente:
“C.6 Risorse connesse al Piano generale di censimento
 Gli enti locali individuati dal Piano generale di censimento di cui al comma 2 dell’articolo 50 del summenzionato decreto legge 31 maggio 2010, n. 78, come affidatari di fasi delle rilevazioni censuarie, escludono dal saldo finanziario in termini di competenza mista rilevante ai fini della verifica del patto, le risorse trasferite dall’ISTAT e le spese per la progettazione e l’esecuzione dei censimenti nei limiti delle stesse risorse trasferite dall’ISTAT (comma 100).
 Trattandosi, pertanto, di spese strettamente connesse e finalizzate alle operazioni di censimento, si segnala che tali non possono ritenersi le spese in conto capitale finalizzate ad investimenti o ad acquisti di beni durevoli la cui pluriennale utilità va oltre il periodo di realizzazione ed esecuzione degli stessi censimenti.
 Le disposizioni contenute nel citato comma 100 si applicano anche agli enti locali individuati dal Piano generale del 6° censimento dell’agricoltura di cui al numero ISTAT SP/1275.2009 del 23 dicembre 2009, e di cui al comma 6, lett. a), del citato articolo 50 del decreto legge 31 maggio 2010, n. 78.”

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>