Questo articolo è stato letto 7 volte

Massima libertà sull’attribuzione del cognome

Massima libertà sull’attribuzione del cognome

La Commissione giustizia della Camera ha concluso l’esame del testo unificato AC. 360-A che, anche in relazione alla recente giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo, modifica disciplina civilistica in materia di attribuzione del cognome ai figli, prevedendo la possibilità di attribuire a questi ultimi il cognome materno.

In particolare, il provvedimento prevede che al figlio nato nel matrimonio, su accordo dei genitori, possa essere il cognome di uno dei genitori oppure di entrambi nell’ordine concordato.

Nel caso non ci fosse accordo, consegue l’attribuzione, in ordine alfabetico, di entrambi i cognomi dei genitori.

La stessa regola varrà per il figlio nato fuori dal matrimonio che venga riconosciuto contemporaneamente da entrambi i genitori. Se il figlio è riconosciuto da un solo genitore ne assume il cognome e laddove l’altro genitore effettui il riconoscimento in un secondo momento (tanto volontariamente quanto a seguito di accertamento giudiziale), il cognome di questi si aggiunge al primo solo con il consenso del genitore che ha riconosciuto il figlio per primo nonché, se ha già compiuto 14 anni, del figlio stesso.

Il testo unificato oggi all’esame dell’Assemblea della Camera dei deputati dispone inoltre che:

  • i figli degli stessi genitori, registrati all’anagrafe dopo il primo figlio, portano lo stesso cognome di quest’ultimo;
  • colui che ha – anche grazie all’applicazione della riforma – due cognomi, potrà trasmetterne al proprio figlio solo uno, potendo liberamente scegliere quale dei due;
  • la riforma entrerà in vigore solo quando sarà emanato un apposito regolamento attuativo.

Altre previsioni della proposta di legge riguardano l’attribuzione del cognome all’adottato maggiorenne e garantiscono al figlio maggiorenne, cui sia stato attribuito in base alla legge vigente al momento della nascita il solo cognome paterno o materno, la possibilità di aggiungere al proprio il cognome della madre o del padre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>