Questo articolo è stato letto 1 volte

La Slovenia ha “unificato” (…) il sistema di registrazioni di stato civile e simili

La Slovenia ha “unificato” (…) il sistema di registrazioni di stato civile e simili

Spesso, gli Stati di minori dimensioni riescono ad adottare metodologie innovative con maggiore celerità di altri, di maggior dimensione.
Come si apprende dalla circolare 3 del MIN n. 13/2013 del 14/6/2013 la Slovenia ha istituito, ed evidentemente reso operativo, un “registro anagrafico unico”, con la conseguenza che il rilascio di estratti e/o certificati di stato civile possono essere rilasciati da qualsiasi unità amministrativa (comune? O, anche, altre unità amministrative?) slovena, in modo indipendente dal luogo in cui siano conservati i registri dello stato civile.
Dalla circolare non si ricava se questo valga unicamente per gli atti dello stato civile, oppure sia esteso anche a registrazioni amministrative concernenti la popolazione ed il territorio (quanto, in Italia, viene assolto dall’APR), né come sia stata effettuata una tale “unificazione, cioè se si sia introdotto in sistema di “archiviazione” centralizzato accessibile dai soggetti abilitati, oppure se gli “archivi” comunali siano stati posti, in qualche modo, in rete tra loro.
Intanto, un risultato è stato raggiunto; in Slovenia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>