Questo articolo è stato letto 11 volte

Casellario: proroga del termine per l’attivazione della trasmissione telematica al Casellario delle notizie sulla morte da parte dei comuni

Casellario: proroga del termine per l’attivazione della trasmissione telematica al Casellario delle notizie sulla morte da parte dei comuni

Il D. M. 19/3/2014 aveva fissato al 31/12/2014 il termine operativo per la trasmissione telematica al Sistema Informativo del Casellario delle informazioni concernenti l’avvenuta morte della persona da parte dei Comuni ai sensi dell’art. 20, 3, d.P.R. 14/11/2002, n. 313, se non ché (per quanto in presenza di una graduazione temporale; art. 9, 3) solo 1.000 comuni hanno chiesto ed ottenuto l’attivazione della procedura.

Di fronte a questa scarsa adesione, il Min.Giustizia ha disposto, con il D. M. 11/12/2014, ha dovuto prorogare, al 30/6/2015, il termine per i i comuni che non hanno (ancora) provveduto ad attivare le modalità della trasmissione telematica della comunicazione della morte delle persone all’ufficio locale, nel cui ambito territoriale le persone sono nate e all’ufficio locale di Roma, se le persone sono nate all’estero o per le quali non si sia potuto accertare il luogo di nascita nel territorio dello Stato. Occorrerà che anche i “ritardatari” provvedano.

Vedi:
Decreto Ministero della giustizia 11/12/2014 (G.U. 23/12/2014 n. 297)
Proroga del termine per l’attivazione della trasmissione telematica al Sistema Informativo del Casellario delle informazioni concernenti l’avvenuta morte della persona da parte dei Comuni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>