Questo articolo è stato letto 3 volte

Amministrative 2015, nei Comuni affluenza del 64,94%. Quasi ovunque al ballottaggio

Amministrative 2015, nei Comuni affluenza del 64,94%. Quasi ovunque al ballottaggio

Sono 742 i Comuni, di cui 17 capoluoghi di provincia, in cui ieri i cittadini si sono recati alle urne per eleggere le amministrazioni che governeranno il territorio nei prossimi cinque anni. Solo in Sicilia le urne sono state aperte anche oggi fino alle 15,00, mentre nel resto d’Italia si sono chiuse ieri sera alle 23,00.

Lo stesso giorno si sono svolte anche le consultazioni per l’elezione del presidente e del Consiglio regionale in 7 Regioni (Veneto, Liguria, Toscana, Umbria, Marche, Campania e Puglia), ma non è stato sufficiente per chiamare in massa l’elettorato al suo dovere civile: ha votato, infatti, solo il 64,94% degli aventi diritto, l’8,57% in meno rispetto alle precedenti consultazioni.

La partita più importante sarà certamente quella che si gioca a Venezia, dove però deve ancora cominciare lo scrutinio visto che i cittadini hanno votato anche per il ricambio regionale a cui è data la precedenza.
Al voto però anche altri importanti comuni come Mantova (dove a metà scrutinio il candidato del centrosinistra è sopra al 48%), Nuoro, Macerata, Arezzo e Agrigento.

Molti dei Comuni sopra i 15mila abitanti, dove per essere eletti bisogna ottenere la maggioranza assoluta dei voti  (almeno il 50% più uno), si recheranno nuovamente alle urne domenica 14 giugno per il ballottaggio.

I risultati delle amministrative 2015 nei Comuni capoluogo

Lecco andranno al ballottaggio Brivio (centrosinistra) con il 39,2% e Negrini (centodestra) con il 26,5%.

Ballottaggio anche a Mantova, dove Palazzi, il candidato del centrosinistra, è accreditato del 46,6% contro il 26,4% di Paola Bulbarelli per il centrodestra.

In Basilicata, ballottaggio probabile a Matera tra Adduce (centrosinistra) dato al 40,1% e De Ruggieri (Liste civiche di centrodestra) con il 36%.

In Calabria, a Vibo Valentia Elio Costa (Liste civiche di centrodestra) quando manca l’11% delle sezioni potrebbe essere eletto al primo turno con il 50,45%.

In Sardegna, a Nuoro quasi certo il ballottaggio tra Bianchi (centrosinistra) che ha il 29,8% e Soddu (liste civiche) con il 21,4%.

In Abruzzo, a Chieti ballottaggio tra Di Primio (centrodestra) accreditato del 36,4% e Febo (centrosinistra) con il 30,2%.

I risultati delle amministrative 2015 nei Comuni non capoluogo

In Lombardia, a Segrate (MI) ballottaggio tra la candidata del centrodestra (Fraschini) che ha ottenuto il 42,8%, e Micheli (centrosinistra) con il 37,2%. A Vigevano (PV) vanno al ballottaggio Sala (Lega Nord, FdI e liste civiche) con il 33% e Bonecchi (Pd) con il 26,5%, escluso il candidato di Forza Italia, così come a Saronno (VA) dove vanno al ballottaggio Fagioli (Lega e FdI) con il 29% e Licata (Pd) con il 27%.
Seregno (MB) ballottaggio tra Mazza (centrodestra) con il 39,2% e Viganò (centrosinistra) con il 23,5%.
Ballottaggio a Cologno Monzese (MI) tra Rocchi (centrodestra) con il 26,8% e Del Corno (centrosinistra) che ha il 26%.
Corsico (MI) ballottaggio tra Errante (centrodestra) con il 36,5% e Ferrucci (centrosinistra) con il 26,2%.
Voghera (PV) ballottaggio tutto interno al centrodestra tra Barbieri (FI, Udc, Ncd) con il 34% e Torriani (Lega, FdI) con il 26,6%, ma probabile riconteggio perché il candidato del Pd (Ghezzi) è escluso da ballottaggio per soli tre voti: 5.163 contro i 5.166 di Torriani.
Bollate (MI) ballottaggio tra Vassallo (centrosinistra) con il 32% e Lorusso (centrodestra) con il 29,9%.

In Piemonte a Moncalieri (TO) vittoria di Paolo Montagna (centrosinistra) con il 56,6%. A Valenza (AL) ballottaggio tra Barbero (centrosinistra) con il 38,1% e Cassano (Forza Italia) con il 20,4%.

In Emilia Romagna, a Faenza (RA) ballottaggio tra Malpezzi (Pd) che ha ottenuto il 45% e Padovani (Lega Nord) che ha avuto il 20,3%.

In Sardegna, ballottaggi a Quartu Sant’Elena (CA), a Sestu (CA) tra due donne, e a Porto Torres (SS) tra il candidato di centrosinistra (Luciano Mura con il 30%) e M5S (Sean Christian Wheeler con il 27%).

In Calabria, plebiscito a Siderno per Pietro Fuda (Pd) che ha ottenuto l’82%.

Curiosità sul corpo elettorale

Il Comune con il corpo elettorale più numeroso è Napoli (che vota solo per le regionali) con un numero di elettori pari a 787.871, suddiviso in 370.600 maschi e 417.271 femmine. E sempre a Napoli è più alto il numero dei diciottenni con un numero pari a 11.716 suddiviso in 6.028 maschi e 5.688 femmine.

Comune con il corpo elettorale meno numeroso è Rondanina (GE) con un numero di elettori pari a 75, suddiviso in 44 maschi e 31 femmine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>