Questo articolo è stato letto 2 volte

SENZA CATEGORIA - 6 e 7 maggio consultazioni per l'elezione dei sindaci e dei consigli comunali e circoscrizionali

6 e 7 maggio consultazioni per l’elezione dei sindaci e dei consigli comunali e circoscrizionali

Oltre mille comuni rinnoveranno gli organi di governo nelle elezioni amministrative che si terranno il 6 e 7 maggio 2012, così come stabilito dal Ministro dell’interno Annamaria Cancellieri nel decreto 24 febbraio 2012. Si voterà nei comuni con sindaco eletto nel 2007, quindi alla scadenza naturale del mandato, e nella gran parte di quelli attualmente commissariati.

Il voto interesserà una popolazione complessiva di oltre 11 milioni di abitanti. L’elenco qui pubblicato potrà essere modificato, in base alla legge 182/91 che prevede di aggiungere al turno ordinario i comuni da rinnovare per motivi diversi.
Saranno interessate al voto tutte le regioni italiane. Quelle con più comuni al voto saranno: Sicilia, Lombardia, Campania, Calabria, Veneto e Piemonte.
Nella gran parte dei comuni si voterà con il sistema maggioritario a turno unico. Mentre nei comuni maggiori di 15 mila abitanti si voterà con il sistema maggioritario a doppio turno. In Sicilia si vota con il sistema a doppio turno nei Comuni con più di 10 mila abitanti.
Si voterà in 28 comuni capoluogo di provincia, quattro dei quali capoluoghi di regione (Palermo, Genova, Catanzaro, L’Aquila).
Nel 2012 per i comuni a rinnovo elettivo si applicheranno le riduzioni consiliari del 20% di cui all’art. 2, commi 184 e 185, della legge n. 191del 23.12.2009 come integrato dall’art.1 del d.l. n. 2 del 25.1.2010 convertito in legge n. 42 del 26.3.2010. A questa previsione deve aggiungersi la riduzione prevista dall’art. 16, comma 17, del d.l.. 138/2011 convertito in legge n. 148 del 14.9.2011 per i comuni fino a 10.000 abitanti, su cui recentemente il Ministero dell’interno ha diffuso la circolare riepilogativa 24 febbraio 2012, n. 2379.
Si voterà soprattutto in molti piccoli comuni inferiori ai 5 mila abitanti, alcuni dei quali con meno di 100 abitanti: Sambuco (Cn), Cissone (Cn), Biello (Bg), Montelapiano (Ch). Sono 163 i comuni minori di mille abitanti interessati al voto.
Una delle particolarità delle Comunali 2012 è che riguarderà le principali città portuali italiane, si voterà infatti a: Palermo, Genova, Taranto, La Spezia, Brindisi, Trapani, Trani, Civitavecchia, Torre Annunziata, Alghero. In questa tornata elettorale, si voterà nell’unico grande Comune maggiore di 100 mila abitanti in cui è sindaco uscente una donna: Marta Vincenzi, Sindaco di Genova.
A causa delle disposizioni contenute nel “decreto salva Italia” non si terranno invece le elezioni nelle province che avrebbero dovuto rinnovare gli organi amministrativi (Ancona, Belluno, Como, La Spezia, Genova e Vicenza) delle Regioni a statuto ordinario. Nelle due Province siciliane (Caltanissetta e Ragusa) e in quella sarda di Cagliari, interessate al rinnovo degli organi elettivi, le due Regioni a statuto speciale dovrebbero, con propria normativa, adeguare le modalità di elezione a quanto previsto dal decreto salva Italia.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>