Questo articolo è stato letto 10 volte

Cremazioni in Italia nel 2013

Cremazioni in Italia nel 2013

Con circolare SEFIT n. 4150 9/7/2014 sono stati diffusi i dati della rilevazione delle cremazioni avvenute in Italia nel 2013, distinte per impianti di cremazione, da cui risultano aversene avute 110.710 (+ 8,7%). Roma, Milano e Genova si collocano ai primi posti, seguite da Livorno, Mantova e Torino. Tra le regioni primeggiano Lombardia. Piemonte ed Emilia-Romagna. Poiché la rilevazione effettuata da SEFIT costituisce la sola fonte di dati in questa materia, non si può evitare di considerare come persista l’atteggiamento negativo di un impianto di cremazione che ricusa di fornire dati numerici, così come del comune in cui è insediato (dato che dispone dei verbali (art. 81, 1 dPR 10/9/1990, n. 285), che non va oltre al dichiarare la formale accessibilità, presso quegli uffici e negli orari di apertura al pubblico …, il ché, sinceramente, non parrebbe proprio coerente con principi di proporzionalità , non ché con quelli dell’art. 1, 1 L. 7/8/1990, n. 241. La situazione rileva perché determina un’alterazione nella qualità del dato complessivo nazionale e, sopratutto, perché non sono individuabili motivazioni, discutibili/condivisibili i o meno, per un cotale atteggiamento preclusivo. In fondo, che vi sarebbe da celare, quale motivazione potrebbe giustificare una gelosia nel fornire dati unicamente numerici, anonimi, aggregati?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *