MAGGIOLI EDITORE - Servizidemografici.com


Precedenti penali del richiedente – valutazione concernente l’inserimento familiare e sociale – necessità – sussiste
T.A.R. Veneto, Sez. III, 19 luglio 2016, n. 848

La giurisprudenza oramai costante in tema di rinnovo del permesso di soggiorno, riconosce che talune circostanze, quali legami familiari, lunga durata del permesso ed inserimento sociale, comportano una tutela rafforzata, che pone l’interessato al riparo dall’applicazione di automatismi ostativi al soggiorno, esigendo che la relativa domanda di rinnovo sia oggetto di una complessiva valutazione discrezionale sulla sua eventuale pericolosità sociale, basata non soltanto sulla condanna che eventualmente la esprima, ma anche sui citati elementi di inserimento, familiare e sociale (in tal senso, T.A.R. Emilia Romagna, Bologna, Sez. I, sentenza 27 aprile 2015, n. 402).

 

>> CONTINUA A LEGGERE LA SENTENZA

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati.
Se sei già un nostro abbonato, effettua il login.
Se non sei abbonato o ti è scaduto l’abbonamento
>>ABBONATI SUBITO<<


_