MAGGIOLI EDITORE - Servizidemografici.com


Referendum per decidere la fusione di otre 30 comuni

11 processi di fusione che interessano 33 comuni ed oltre 40 mila elettori

11 processi di fusione che interessano 33 comuni ed oltre 40 mila elettori.
Questi i numeri dei refendum consultivi in progamma in Trentino domenica 22 maggio. Complessivamente gli elettori sono 37.324 a cui si aggiungono 3.177 elettori residenti all’estero.
I referendum riguardano l’istituzione, tramite fusione o aggregazione, dei seguenti nuovi comuni
Malè Val di Sole : Caldes, Cavizzana, Croviana, Malè, Terzolas
Cavalese Castello-Molina di Fiemme: Castello-Molina di Fiemme, Cavalese
Ville di Fiemme: Carano, Daiano, Varena
Alta Val di Non: Castelfondo, Fondo, Malosco, Ruffrè-Mendola
Dro Drena: Drena, Dro
Terre d’Adige: Nave San Rocco, Zambana
Predaia: Predaia, Sfruz
San Michele all’Adige: Faedo, San Michele all’Adige
Tesero Panchià: Panchià, Tesero
Maddalene: Bresimo, Cis, Livo, Rumo
Novella: Brez, Cagnò, Cloz, Revò, Romallo
I referendum avranno luogo tutti nella giornata di domenica 22 maggio dalle ore 8.00 alle ore 21.00. Affinché il referendum sia valido, occorre che in ogni comune partecipi almeno il 40% degli aventi diritto al voto e le fusioni saranno possibili se in ogni comune i voti favorevoli saranno la maggioranza di quelli validamente espressi.
Gli elettori residenti all’estero, pur avendo diritto al voto, non saranno computati per la determinazione del numero dei votanti necessario per la validità del referendum. Lo spoglio delle schede avverrà alla chiusura dei seggi. Tutti i risultati saranno pubblicati sul sito della Regione (www.regione.taa.it)

_