MAGGIOLI EDITORE - Servizidemografici.com


IL CASO - Riconoscimento giudiziale - Conseguenze sul cognome
Va trascritta la sentenza nei registri di nascita?

Un cittadino maggiorenne, per il quale era già stata emessa la sentenza di disconoscimento paternità, in seguito a test del DNA ha ora ottenuto la sentenza giudiziale di riconoscimento paternità con l’indicazione dell’avvenuta scelta del cognome da parte dell’interessato.
Si chiede se debba essere trascritta la sentenza nei registri di nascita, per la parte che riguarda il cambio del cognome e si debba poi procedere ad apporre la formula 150 per la dichiarazione giudiziale di filiazione e la formula 148 per il cambio del cognome, o se sia sufficiente annotare la sentenza sull’atto di nascita, usando la formula 150 completata con il cambio cognome.
Si procederà poi all’annotazione dell’avvenuto cambio cognome del padre anche sugli atti di nascita della prole. Quindi, i figli maggiorenni dovranno dichiarare all’Ufficiale di stato civile la scelta circa il cognome da assumere, mentre per il figlio minorenne è necessario che il padre e la madre presentino istanza al Tribunale per i minorenni con la scelta. È corretto?

>> Leggi la risposta dei nostri esperti

Ti consigliamo:

Gli atti di stato civile

Gli atti di stato civile

Il testo rappresenta una guida per la corretta applicazione delle norme vigenti in materia di stato civile.

Ciascuna parte del volume (nascita, matrimonio, unione civile, cittadinanza, morte) è strutturata in schede tematiche, raggruppate secondo le parti e le serie del registro di stato civile.

Per ciascuna scheda vengono riportati un'ampia casistica, le procedure da seguire e gli atti da redigere.

Ogni parte si chiude con la modulistica, le norme e le circolari di riferimento.

L'edizione è stata rivista e aggiornata al tema della filiazione da genitori dello stesso sesso e della trascrizione del matrimonio omosessuale celebrato all'estero con effetti di unione civile nel nostro ordinamento.

Si riportano gli ultimi ultimi giurisprudenziali in materia di acquisto della cittadinanza e inoltre di ricevere il giuramento ex art. 9 della Legge 91/1992.

Da segnalare anche i nuovi contenuti dedicati alle Disposizioni anticipate di trattamento (DAT) previste da norme che, pur non dando luogo alla formazione di atti di stato civile o annotazioni su atti, impegnano comunque gli ufficiali dello stato civile.

Il volume si completa con una vera e propria banca dati online, consultabile attraverso l'utilizzo del codice alfanumerico allegato, contenente oltre 250 modelli in compilabile, la normativa e le circolari ministeriali, con aggiornamenti fino al 31/12/2020.

 

Marina Caliaro
Istruttore direttivo amministrativo presso i Servizi Demografici e cimiteriali del Comune di Padova; esperto e docente Anusca.
Renzo Calvigioni
Già responsabile Servizi Demografici, Direttore della rivista “I Servizi Demografici”; esperto e docente Anusca.

Leggi descrizione
Renzo Calvigioni, Marina Caliaro, 2020, Maggioli Editore
198.00 € 158.40 €
Il regolamento dello stato civile

Il regolamento dello stato civile

Il volume affronta la disciplina della formazione e tenuta dei registri di stato civile, seguendo l’articolato del d.P.R. 396/2000. Per affrontare correttamente le procedure e gli adempimenti che l’ufficiale dello stato civile è chiamato a svolgere nel corso  del proprio lavoro, che diviene ogni giorno più complesso, è necessario avere conoscenza dei principi fondamentali in materia di cittadinanza, filiazione, riconoscimento, adozione, diritto al nome, matrimonio, separazione e divorzio, unione civile, cioè di quella parte del codice civile che si occupa del diritto di famiglia, senza trascurare la normativa di diritto internazionale privato, i trattati e le convenzioni internazionali, le disposizioni di polizia mortuaria, ma anche la disciplina del procedimento amministrativo, le leggi speciali in materia di culti ammessi o disciplinati da intese. In sostanza, occorre avere chiaro un quadro normativo quanto mai vasto e in costante cambiamento ed evoluzione. A questo, si aggiungono i sempre più frequenti interventi della giurisprudenza che contribuiscono a delineare, ridefinire, ampliare istituti e concetti giuridici che producono immediati risvolti pratici sulle attività dell’ufficiale di stato civile che quegli istituti è tenuto ad applicare in prima persona: è un ruolo in continua crescita, sempre più centrale, al punto che le stesse pronunce della Corte di Cassazione e della Corte Costituzionale ne sottolineano le funzioni e gli adempimenti. Nel volume vengono approfondite le tante problematiche legate all’applicazione del regolamento di stato civile, affrontando dapprima gli aspetti teorici necessari per la comprensione delle funzioni dell’ufficiale di stato civile e per lo svolgimento del proprio ruolo, per poi passare alla pratica operativa, attraverso la descrizione degli adempimenti procedurali e di una vasta casistica.
L’ufficiale di stato civile è così in grado non solo di avere adeguata conoscenza dei compiti da svolgere, ma anche di avere precisa consapevolezza di come affrontare praticamente le diverse fattispecie. A tal fine, le parti di testo evidenziate in grigio consentono a chi legge di individuare facilmente, per ogni argomento, procedure pratiche e adempimenti operativi. Una ricca e aggiornata banca dati online, contenente modulistica personalizzabile, normativa, prassi e giurisprudenza, arricchisce l’opera rendendola uno strumento di lavoro completo e al passo con le esigenze degli operatori.

L’acquisto del volume include la consultazione online della modulistica in formato compilabile e di tutta la documentazione necessaria (normativa, prassi e giurisprudenza). 
All’interno del volume sono presenti le istruzioni per accedere all’area riservata del sito www.approfondimenti.maggioli.it

Renzo Calvigioni Già responsabile Servizi Demografici, esperto e docente Anusca, Direttore della Rivista “I Servizi Demografici”.

 

Leggi descrizione
Renzo Calvigioni, 2018, Maggioli Editore
60.00 € 48.00 €

www.servizidemografici.com