IN PRIMO PIANO - Convenzione per la celebrazione di matrimoni presso ristoranti o ville

Una promozione riflessa del turismo cerimoniale: informazioni e modulistica per gli Enti locali

a cura di Maurizio Lucca

Turismo e matrimoni. Un binomio in costante crescita in Italia, paese della bellezza e di luoghi straordinari. Sempre più sposi scelgono di celebrare il matrimonio o l’unione civile in un’elegante villa, una dimora storica o in un raffinato ristorante, cornici ideali per rendere indimenticabile il giorno più bello. Scenari unici, ricchi di atmosfera, dove vivere e far vivere ai propri ospiti un evento coinvolgente. La ricerca di queste location alimenta allo stesso tempo il fenomeno del turismo cerimoniale nei territori che mettono a disposizione spazi esclusivi e raffinati. Un’occasione importante che può riportare ricadute significative a livello promozionale e soprattutto economico.

Molte amministrazioni locali, d’intesa con le associazioni di categoria o gli operatori economici, stanno pertanto incentivando la sottoscrizione di apposite convenzioni, allargando i servizi che possono essere offerti alla cittadinanza e agli ospiti nelle località tipiche di villeggiatura. Queste modalità consentono, da una parte, di poter svolgere queste celebrazioni fuori della sede istituzionale del Comune e, dall’altra parte, di offrire servizi di pernottamento e ristorazione ad un maggior numero di persone, che grazie all’avvenimento potranno conoscere nuove località.

I nostri consulenti mettono qui a disposizione informazioni utili sulle pratiche da assolvere e uno schema di convenzione per l’amministrazione locale.

> CONSULTA LA PRATICA/CONVENZIONE

*****

In collaborazione con Maggioli Cultura

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.