Questo articolo è stato letto 176 volte

CITTADINI STRANIERI- STATO CIVILE - Cittadini stranieri: atti di nascita e comunicazioni ai consolati di origine

Il regolamento dello Stato civile prevede che, nel caso di redazione di atti che si riferiscano a cittadini stranieri, solo la registrazione dei decessi sia oggetto di comunicazione all'autorità ...

Il regolamento dello Stato civile prevede che, nel caso di redazione di atti che si riferiscano a cittadini stranieri, solo la registrazione dei decessi sia oggetto di comunicazione all’autorità diplomatica o consolare dello Stato di cui il defunto era cittadino, trasmettendo con sollecitudine copia dell’atto di morte.
Il regolamento, per la precisione, prevede che la trasmissione dell’atto di morte venga fatta al ministero degli affari esteri.
Successivamente il ministero dell’Interno, con circolare n. 5 del 12 aprile 2002, ha disposto che i Comuni, in base a quanto previsto dall’art. 38 della Convenzione di Vienna sulle relazioni consolari approvata il 24 Aprile 1963, possano corrispondere direttamente con le autorità diplomatiche e consolari degli stati di cui i defunti erano cittadini, senza transitare dalla Farnesina.

>> CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO

Ti consigliamo:

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *