Questo articolo è stato letto 190 volte

CITTADINANZA - Domanda di concessione della cittadinanza italiana

Termine di 730 giorni – silenzio rifiuto dell’amministrazione – illegittimità – va dichiarata – obbligo di provvedere – va dichiarato

Il Ministero dell’Interno ha l’obbligo di pronunciarsi entro il termine di settecentotrenta giorni dalla data di presentazione della domanda per la concessione della cittadinanza italiana, previsto dal d.P.R. n. 362/1994 e dal d.m. n .228 del 1995; va pertanto annullato il silenzio-rifiuto e va dichiarato l’obbligo del Ministero dell’Interno di pronunciarsi con un provvedimento espresso in ordine alla richiesta di cittadinanza italiana.

Vai alla sentenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>