Questo articolo è stato letto 526 volte

STATO CIVILE - Separazione tra i coniugi – Perdita dello status di coniuge

separazione

In giurisprudenza si è osservato che finanche la separazione tra i coniugi (che è sempre revocabile senza formalità per mera volontà o comportamento inequivoco delle parti ex art. 157 cod. civ.), a differenza del divorzio, non produce, come effetto legale, lo scioglimento del matrimonio (o la cessazione dei suoi effetti civili se celebrato con rito concordatario), né, a fortiori, la perdita dello status di coniuge (T.A.R. Lazio, Roma, sez. I, 20 marzo 2012, n. 2659). Infatti, con la pronuncia di separazione personale, non vengono meno la coabitazione e l’affectio coniugalis (convivenza spirituale e materiale) e, a differenza della sentenza di divorzio che viene inviata dal tribunale direttamente all’ufficiale dello stato civile del comune ove è avvenuto il matrimonio per l’annotazione a fianco dell’atto di matrimonio, la separazione comporta la permanenza del nucleo familiare.

>> Continua a leggere la sentenza

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>