Questo articolo è stato letto 5 volte

SENZA CATEGORIA - Segreto di Stato e delle informazioni "classificate": nuovo regolamento (tra 6 mesi).

Segreto di Stato e delle informazioni “classificate”: nuovo regolamento (tra 6 mesi).

Con la L. 3/8/2007, n. 124 è avvenuta una modifica sul c.d. sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica ed introdotta una nuova disciplina del segreto di Stato.
Il d.P.C.M. 22/7/2011, che, tra l’altro, abroga il precedente d.P.C.M. 3/2/2006 ed alcune disposizioni del  d.P.C.M. 12/6/2009 (nonché modificando il termine “Organo principale di sicurezza” in quello di “Segreteria principale di sicurezza”), ri-formula le norme sulla tutela amministrativa (e non solo!) del segreto di Stato e delle informazioni “classificate” e tiene conto anche delle norme adottate in ambito dell’Unione europea, tra cui la Decisione del Consiglio europeo n. 2011/292/EU del 31/3/ 2011.
Le classifiche di segretezza sono (anzi, restano) quelle di; SEGRETISSIMO (SS), SEGRETO (S), RISERVATISSIMO (RR) e RISERVATO (R), salvaguardando per altro quelle attribuite da trattati internazionali o nell’ambito dell’Unione europea.
Tra l’altro, l’art. 47 d.P.C.M. 22/7/2011 prevede, anche come l’accesso agli atti relativi ai procedimenti di rilascio, proroga, diniego, sospensione e revoca del NOSI (da non confondere con il NOS) sia disciplinato ai sensi della L. 7/8/1990, n. 241 e del d.P.C.M. 10/3/1999, n. 294 (relativo alla disciplina delle categorie di documenti in possesso degli organismi di informazione e di sicurezza sottratti al diritto di accesso ai documenti amministrativi, in attuazione dell’art. 24, 4 L. 7/8/1990, n. 241), per gli atti degli Organismi di informazione, e dagli analoghi regolamenti che disciplinano l’accesso agli atti delle altre pubbliche amministrazioni. Interessanti alcune indicazioni sulle sicurezze informatiche, antivirus, inclusa la possibilità di utilizzo di PC portatili, purché opportunamente (sic!) protetti con dispositivi cifranti autorizzati.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>