Questo articolo è stato letto 1.420 volte

ANAGRAFE - Residenza della persona

Residenza anagrafica – Cancellazione per irreperibilità

Per poter dichiarare l’irreperibilità di un soggetto è necessario rispettare le guarentigie di cui all’art. 4 della legge n. 1228/1954 ed osservare le procedure di cui agli artt. 139 e 140 c.p.c.. Ne consegue l’illegittimità del provvedimento di cancellazione anagrafica laddove l’irreperibilità sia stata ritenuta in seguito ad un solo accesso all’abitazione, senza nemmeno la specificazione dell’orario o di altre circostanze utili a corroborare la dedotta fittizietà della residenza dichiarata o a far ritenere non giustificabile l’assenza contestata.

Leggi il testo della sentenza

 

LA REDAZIONE CONSIGLIA

 

di Alessandro Francioni – Catia Cecchini – William Damiani – Barbara Gori
  • ANPR
  • L’organizzazione dell’ufficio anagrafe
  • I procedimenti anagrafici
  • La gestione di stranieri e comunitari
  • L’AIRE
  • La residenza e le norme antiabusivismo

 

ACQUISTA ON LINE

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>