Questo articolo è stato letto 94 volte

ENTI LOCALI - “Proposte per semplificare la vita di sindaci e cittadini: presto iniziative comuni”

ANCI dialoga con le istituzioni: una delegazione incontra il presidente della Camera. Tutti i temi messi sotto la lente d'ingrandimento
anci

“Abbiamo illustrato al presidente della Camera due iniziative che speriamo arrivino presto a Montecitorio e a Palazzo Madama: una è la legge per l’introduzione dell’educazione alla cittadinanza come materia scolastica, una proposta finalizzata a insegnare fin da piccoli il rispetto reciproco e per i beni comuni, l’altra è la legge che abbiamo chiamato ‘Liberiamo i sindaci’, una serie di norme per semplificare la vita amministrativa e di conseguenza la vita dei cittadini”. Queste le parole del presidente dell’ANCI, Antonio Decaro, riferendo di un incontro proficuo e improntato alla massima cordialità tra una delegazione di sindaci dell’Associazione dei Comuni e il presidente della Camera Roberto Fico. Al termine dell’incontro, il presidente Fico ha parlato dei sindaci “vera trincea delle istituzioni, con il contatto più stretto con i cittadini e con i problemi di ogni giorno, dai più semplici ai più complessi”.

I sindaci incontrano il presidente della Camera
Insieme a Decaro a far visita al presidente della Camera si sono uniti i vicepresidenti Roberto Pella, Filippo Nogarin e Matteo Bianchi, e il presidente del Consiglio nazionale dell’Associazione, Enzo Bianco.
“Abbiamo raccontato al presidente Fico le norme anacronistiche che prevedono il dovere di presentare le medesime certificazioni allo Stato, nelle sue diverse articolazioni, anche fino a 150 volte – ha spiegato Decaro -. Per esempio sono previste sei procedure per l’assunzione di una persona, 50 procedure per arrivare all’approvazione del bilancio preventivo. Per non parlare della mole di responsabilità, tecniche e specifiche, attribuite ai sindaci nonostante non possano avere alcuna competenza in materia: firmiamo noi, per esempio, il trattamento sanitario obbligatorio, le ordinanze veterinarie, l’anagrafe canina e vidimiamo i registri sulle sostanze psicotrope presenti negli ospedali cittadini. Insomma una serie di oneri anacronistici che vogliamo superare”. Un altro tema relativo alla semplificazione che sta a cuore ai sindaci è la serie di documenti che vanno approvati, sia che si guidi un piccolo Comune sia che si governi una grande città, potendo contare su una struttura burocratica incomparabile. “Non ci sembra normale che la sindaca di Roma debba usare le stesse procedure che vengono utilizzate nel comune di Moncenisio, che ha soltanto 29 abitanti”.

Progetti in sinergia per gli Enti locali
Decaro ha messo in evidenza la disponibilità del presidente Fico. “Conosce quali sono le responsabilità dei sindaci e anche le difficoltà che incontrano, soprattutto quelle burocratiche. A lui abbiamo comunicato che consegneremo la proposta di legge ‘Liberiamo i sindaci’ a tutti i gruppi parlamentari. Naturalmente sarà il Parlamento nella propria autonomia a valutare l’opportunità di approvare queste norme. Che, ricordo, vengono presentate dai sindaci e sono state sottoscritte da tutti i primi cittadini dei capoluoghi di regione e di provincia e da duemila sindaci del nostro Paese”.
Il presidente della Camera ha annunciato l’intenzione di portare avanti una serie di iniziative istituzionali per testimoniare la sua vicinanza agli amministratori locali e “supportarli nel lavoro difficile che svolgono per la comunità”.

>> CONSULTA LE SLIDE DI PRESENTAZIONE RELATIVE ALLA LEGGE DENOMINATA “LIBERIAMO I SINDACI”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>