Questo articolo è stato letto 92 volte

ANAGRAFE - Il Ministero offre uno strumento pratico a chi vuole chiedere protezione internazionale

Minori stranieri non accompagnati – Una guida che spiega come fare per richiedere la protezione internazionale

Non tutti i minori che giungono in Italia vogliono chiedere protezione internazionale, ma è necessario informarli adeguatamente con l’aiuto di un tutore per individuare la soluzione migliore per il proprio percorso di vita. Per favorire questa scelta il ministero dell’Interno ha realizzato, con il cofinanziamento dell’Unione Europea, un dépliant in diverse lingue che spiega al giovane che cosa deve fare per richiedere la protezione internazionale, chi è il tutore e come lo può aiutare, fino a come funziona l’intervista davanti alle commissioni territoriali che si occuperanno, poi, della richiesta di protezione internazionale.

Un’informazione, quindi, il più possibile completa che supporti il minore nella sua scelta e lo aiuti a familiarizzare con le istituzioni e le procedure burocratiche. Per questo, gli sarà affiancato anche un interprete che sarà presente  nella stessa struttura dove alloggia il giovane.

Il dépliant contribuisce a chiarire anche alcuni aspetti come quello sul Regolamneto di Dublino che consente, in caso di familiari o parenti in un altro paese europeo, di essere trasferito dall’Italia verso un altro Paese europeo anche se tu hai presentato una domanda di asilo e hai lasciato le tue impronte in Italia.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>