Questo articolo è stato letto 330 volte

ANAGRAFE - Iscrizione anagrafica

Iscrizione anagrafica del familiare comunitario

In ossequio al diritto all’unità familiare, l’art. 7, comma 1, lettera d), del d.lgs. n. 30/2007 stabilisce che hanno diritto a soggiornare nel territorio dello Stato per un periodo superiore ai tre mesi anche i familiari che, pur non dotati di autonomi requisiti al soggiorno, accompagnano o raggiungono il cittadino comunitario in possesso dei titoli richiesti dal decreto legislativo sopra citato.
È necessario però, a questo, punto chiarire a quali soggetti si fa riferimento con il temine di familiare, operando una distinzione fra il familiare in senso stretto (cfr. art. 2 d.lgs. n. 30/2007) per il quale già la direttiva europea ha fissato il pieno diritto alla libera circolazione e soggiorno, e gli altri familiari (cfr. art. 3 d.lgs. n. 30/2007) per i quali la stessa direttiva prevede solo che lo Stato membro ospitante, conformemente alla sua legislazione nazionale, ne agevoli l’ingresso e il soggiorno.

Continua a leggere l’articolo

PER APPROFONDIRE L’ARGOMENTO

MANUALE PRATICO DELL’UFFICIALE D’ANAGRAFE
di Alessandro Francioni – Catia Cecchini – William Damiani – Barbara Gori

  • ANPR
  • L’organizzazione dell’ufficio anagrafe
  • I procedimenti anagrafici
  • La gestione di stranieri e comunitari
  • L’AIRE
  • La residenza e le norme antiabusivismo 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>